Bandi archivio

Programma TEN-E-10. Finanziamenti nel campo del Network Trans-Europeo dell'Energia.

Obiettivo: Invito a presentare proposte nell’ambito dell’annuale Programma di lavoro TEN-E-10.

Il Programma di lavoro annuale 2010 per finanziamenti nel campo dei network trans-europei (TEN) – nel settore delle infrastrutture per le energie (TEN-E) – incoraggia l’effettivo sviluppo del mercato interno per rinforzare la sicurezza dei rifornimenti, in particolare la diversificazione delle fonti di energia.

Procedure: Si darà preferenza a progetti concernenti:

  • la promozione della diversificazione delle fonti di energia
  • incoraggiare lo sviluppo e l’utilizzo delle fonti di energia rinnovabili
  • aumentare la capacità di recezione, stoccaggio e rigassificazione del gas naturale liquefatto.
  • Incoraggiare la costruzione di gasdotti ad alta pressione per la diversificazione del gas naturale verso le regioni europee.

Beneficiari: Stati Membri, pubbliche amministrazioni, enti privati, organizzazioni internazionali, Impresa comune (con il consenso di tutti gli Stati Membri coinvolti nel progetto).

Budget previsto: 20 760 000 €. Il contributo per gli studi potrà coprire il 50% dei costi ammissibili, mentre per i lavori fino al 10%.

Per maggiori informazioni:

http://ec.europa.eu/energy/infrastructure/grants/doc/2010/2010_ten_e_call_en.pdf

http://ec.europa.eu/energy/infrastructure/grants/2010_04_30_ten_e_en.htm

LIFE + 2010 (2010/C 114/08)

Obiettivo
Invito a presentare proposte nell’ambito del programma LIFE+ 2010, lo strumento finanziario europeo per l'ambiente per il periodo che va dal 1 gennaio 2007 al 31 dicembre 2013.
 
In particolare, tre sono le azioni che il programma LIFE+ mira a cofinanziare:
 
1. LIFE+ Natura e biodiversità: mira specificamente a contribuire all'attuazione della politica e della normativa comunitarie in materia di natura e biodiversità. Obiettivo primario è proteggere, conservare, ripristinare, monitorare e favorire il funzionamento dei sistemi naturali, degli habitat naturali e della flora e della fauna selvatiche, al fine di arrestare la perdita di biodiversità, inclusa la diversità delle risorse genetiche, all'interno dell'UE entro il 2010.

Esistono due categorie di progetti distinte:

  • Progetti LIFE+ Natura: contribuiscono all'attuazione delle direttive "Uccelli" e/o "Habitat" (sia a livello locale che regionale) e sostengono l'ulteriore sviluppo e l' attuazione della rete Natura 2000, compresi le specie e gli habitat costieri e marini.

  • Progetti LIFE+ Biodiversità: contribuiscono all'attuazione degli obiettivi comunitari "Arrestare la perdita di biodiversità entro il 2010 e oltre" e "Soluzioni per una visione e un obiettivo dell'UE in materia di biodiversità dopo il 2010”. Tutti i progetti relativi alla biodiversità devono prevedere come loro parte integrante la valutazione e la diffusione attiva dei risultati e degli insegnamenti appresi nel corso del progetto.

N.B. Ogni proposta progettuale deve configurarsi come progetto LIFE+ Natura oppure LIFE+ Biodiversità, ma non può essere un mix dei due.
 
2. LIFE+ Politica e Governance Ambientale: mira specificamente a contribuire all'attuazione, all'aggiornamento e allo sviluppo della politica e della legislazione comunitaria in materia ambientale (soprattutto a livello locale e regionale),  inclusa l'integrazione delle tematiche ambientali in altre politiche, contribuendo in tal modo allo sviluppo sostenibile. 

Dodici le aree prioritarie in cui devono rientrare le proposte progettuali ovvero: cambiamento climatico;acque;aria; suolo;ambiente urbano; rumore;sostanze chimiche;ambiente e salute; risorse naturali e rifiuti; foreste; innovazione; approcci strategici.

N.B. La Commissione darà la priorità alle proposte che hanno ad oggetto una gestione e un utilizzo sostenibili delle risorse naturali e dei rifiuti
.
 
3. LIFE+ Informazione e comunicazione :mira ad assicurare la diffusione delle informazioni e alla sensibilizzazione nei confronti delle tematiche ambientali (inclusa la prevenzione degli incendi boschivi) attraverso  misure di accompagnamento, come azioni e campagne di informazione e comunicazione, conferenze e attività formative.
Verranno accettate tutte le proposte di progetto riguardanti il summenzionato obiettivo. Tuttavia, la Commissione darà la priorità alle proposte finalizzate a fermare la perdita di biodiversità.
 
Procedure
Le proposte di progetto possono essere presentate da un unico soggetto o da un partenariato formato da un soggetto incaricato del coordinamento e uno o più partners associati. I beneficiari del finanziamento possono essere nazionali o transnazionali, ma le azioni dovranno svolgersi esclusivamente all'interno del territorio dei 27 Stati Membri dell'Unione Europea.
 
I beneficiari di LIFE+ devono sottoporre le proposte progettuali all'autorità nazionale competente dello Stato Membro in cui è registrato il soggetto incaricato del coordinamento.
 
La data di inizio delle attività progettuali è il 1 settembre 2011. Qualunque tipo di spesa antecedente non sarà considerata ammissibile e non potrà essere inclusa nel budget del progetto.

Non esiste una durata prestabilita per i progetti LIFE+. In generale, la durata deve corrispondere al tempo necessario per completare tutte le azioni e raggiungere tutti gli obiettivi del progetto. Orientativamente, i progetti devono durare dai 2 ai 5 anni.
 
In sede di valutazione, la Commissione presterà particolare riguardo ai progetti transnazionali (comprendenti partners di diversi Stati UE), ove la cooperazione transnazionale si riveli essenziale per garantire la tutela dell'ambiente.
 
Beneficiari:
Enti pubblici, enti ed organizzazioni commerciali private ed organizzazioni private senza scopi di lucro (comprese O.N.G.)  registrati negli Stati Membri dell'Unione europea.
 
Budget previsto:  243.243.603 euro.
(Importo indicativo degli stanziamenti finanziari nazionali: Italia  21.429.948 euro).
 
Data Pubblicazione: 04 maggio 2010
 
Data scadenza: 1 settembre 2010 – h.17.00
(Termine ultimo per la presentazione delle proposte alle autorità nazionali competenti)
 
Per maggiori informazioni:
http://ec.europa.eu/environment/life/funding/lifeplus.htm
 
Per contattare le autorità nazionali competenti:
http://ec.europa.eu/environment/life/contact/nationalcontact/index.htm


 
 
 
 
 
 

Bando Europeo FP7-GALILEO-2011-GSA-1

 
Obiettivo
 
La Commissione europea invita a presentare proposte per il sostegno al sistema europeo globale di radionavigazione via satellite (Galileo).

In particolare sono aperte le seguenti attività e temi di ricerca:


Activity/ Area

Topics called

Funding Schemes

7.4.1 EXPLOITING THE FULL POTENTIAL

7.4.1.2 Professional applications

GALILEO.2011.1.2-1
Use of EGNOS and early Galileo services for professional applications

Collaborative Project

7.4.1.3 Scientific applications

GALILEO.2011.1.3-1
Use of Galileo and EGNOS for scientific applications and innovative applications in new domains

Collaborative Project

7.4.1.4 Safety-of-life applications

GALILEO.2011.1.4-1
Use of EGNOS and Galileo for safety-of-life applications for all transport modes

Collaborative Project

7.4.1.7 New and innovative applications and services

GALILEO.2008.1.7-1
Use of Galileo and EGNOS services for mass market and in niche sectors (to be mainly provided by SMEs)

Collaborative Project (dual stage)

7.4.3 ADAPTING RECEIVERS TO REQUIREMENTS AND UPGRADING CORE TECHNOLOGIES

7.4.3.1 Receivers

GALILEO.2011.3.1-2
Technologies for PRS receivers

Collaborative Project

7.4.4 SUPPORTING INFRASTRUCTURE EVOLUTION

7.4.4.1 User needs and mission evolution

GALILEO.2011.4.1-1
Networks for universities and research institutes, and user fora

Coordination and Support Action (Coordinating Action)

7.4.4.3 International cooperation and awareness

GALILEO.2011.4.3-1
International Activities

Collaborative Project / Coordination and Support Action (Coordinating Action)

 

Beneficiari

 
Persone giuridiche stabilite nell’Unione Europea, in Stati con Accordi di Associazione, NAC (Stati di Prossima Adesione), SEE (Spazio Economico Europeo).
 
I partecipanti ai Collaborative Project sono tenuti a sottoscrivere un accordo di consorzio, i partecipanti in Coordination and Support Actions sono incoraggiati, ma non hanno l’obbligo di sottoscrivere un accordo consortile.
 
Ai fini dei Collaborative Project ci devono essere almeno 3 soggetti giuridici, con sede in diversi Stati membri dell’UE o paesi associati. Gli enti devono essere indipendenti l’uno dall’altro.
 
 
Budget previsto: € 27.500.000
 
Il bilancio definitivo assegnato alle azioni attuate attraverso il presente invito a presentare proposte può variare (anche fino al 10%).
 

Data Pubblicazione: 20/07/2010
 
 
Data scadenza:         

  •  05/10/2010 (17.00 ora di Bruxelles): Termine per la presentazione delle proposte nell’area 7.4.1.7 (1° step);

  • 16/12/2010 (17.00 ora di Bruxelles): Termine per la presentazione delle proposte in tutte le altre aree;

  • 13/01/2011 (17.00 ora di Bruxelles): Termine per la presentazione delle proposte nell’area 7.4.1.7 (2° step).

 
Per maggiori informazioni:
 
http://cordis.europa.eu/fp7/dc/index.cfm?fuseaction=UserSite.CooperationDetailsCallPage&call_id=325
 
 

Quarto Bando Europeo SPACE, FP7-SPACE-2011-1

 
Obiettivo/Contenuto
 
Il presente invito a presentare proposte punta a garantire la continuità dei servizi operativi GMES, e ad incentivare la ricerca sulle tecnologie di esplorazione dello spazio e sulle modalità di protezione della Terra da potenziali  impatti di asteroidi sostenendo le SSF (Strengthening Space Foundations).

In particolare, sono aperti i seguenti temi:


Activity/ Area

Topics called

Funding Schemes

9.1.1 Space-based applications at the service of European Society / Preoperational validation of GMES services and products3

SPA.2011.1.1-01 GMES
Security: exploring operational governance options

Coordination and Support Action (supporting or coordinating)

9.1.5 Space-based applications at the service of European Society / Continuity of GMES services in the areas of Marine and Atmosphere

SPA.2011.1.5-01 Prototype operational continuity of GMES services in the Marine Area

Combined Collaborative Project (Large-scale integrating project) and Coordination and Support Action

SPA.2011.1.5-02 Prototype operational continuity of GMES services in the Atmosphere area

Combined Collaborative Project (Large-scale integrating project) and Coordination and Support

SPA.2011.1.5-03 R&D to enhance future GMES applications in the Marine and Atmosphere areas

Collaborative Projects (Small or medium-scale focused research project)

9.2.1 Strengthening of Space foundations/ Research to support space science and exploration

SPA.2011.2.1-01 Exploitation of science and exploration data

Collaborative Projects (Small or medium-scale focused research project)

SPA.2011.2.1-02 Research and development for space exploration

Collaborative Projects (Small or medium-scale focused research project)

9.2.2 Strengthening of Space foundations / Research to support space transportation and key technologies

SPA.2011.2.2-01 Space transportation technologies

Collaborative Projects (Small or medium-scale focused research project)

SPA.2011.2.2-02 Space critical technologies

Collaborative Projects (Small or medium-scale focused research project)

9.2.3 Strengthening of Space foundations / Reducing the vulnerability of space assets

SPA.2011.2.3-01 Prevention of impacts from Near Earth Objects (NEOs) on our Planet

Collaborative Projects (Small or medium-scale focused research project)

9.3.2 Cross-cutting activities / International Cooperation

SPA.2011.3.2-01 GMES and Africa

Coordination and Support Action (supporting or coordinating)

SPA.2011.3.2-02 Facilitating access to space for small scale research missions

Collaborative Projects (Small or medium-scale focused research project)

9.3.3 Cross-cutting activities / Transnationalcooperation among NCPs

SPA.2011.3.3-01 Trans-national and international cooperation among NCPs

Coordination and Support Action (coordinating)

9.3.5 Cross-cutting activities/ Studies and events in support of European Space Policy

SPA.2011.3.5-01 European Space Policy Studies

Coordination and Support Action (supporting or coordinating)

 

Beneficiari
 
Persone giuridiche stabilite nell’Unione Europea, in Stati con Accordi di Associazione, NAC (Stati di Prossima Adesione), SEE (Spazio Economico Europeo).
 
 
Budget previsto: Indicativamente € 99.000.000
 
 
Data Pubblicazione: 20 luglio 2010
 
 
Data scadenza: 25 novembre 2010, (17.00 ora di Bruxelles)
 
 
Per maggiori informazioni:
 
http://cordis.europa.eu/fp7/dc/index.cfm?fuseaction=UserSite.CooperationDetailsCallPage&call_id=334

Bando Europeo FP7-GALILEO-2011-ENTR-1


Obiettivo/Contenuto


La Commissione europea invita a presentare proposte per il sostegno al sistema europeo globale di radionavigazione via satellite (Galileo).
In particolare, nell'ambito dell'area 7.4.3. ADAPTING RECEIVERS TO REQUIREMENTS AND UPGRADING CORE TECHNOLOGIES è aperto il tema “Galileo.2011.3.1-1. Innovative receivers for the mass market or for professional uses”.


Beneficiari


La condizione minima di partecipazione prevede che ci siano almeno 3 persone giuridiche indipendenti, aventi sede in uno Stato membro o in un paese associato. I partner del progetto non possono avere la sede nello stesso Stato.
  
Budget previsto: € 3.000.000
 
Il bilancio definitivo assegnato alle azioni attuate attraverso il presente invito a presentare proposte può variare (anche fino al 10%).
 
Data Pubblicazione: 20 luglio 2010
 
 Data scadenza: 16 dicembre 2010 (17.00 ora di Bruxelles)
  
Per maggiori informazioni:
 
http://cordis.europa.eu/fp7/dc/index.cfm?fuseaction=UserSite.CooperationDetailsCallPage&call_id=356
 
 
 

Bando di gara Osservatorio Europeo dei Cluster di Seconda Generazione

Data di pubblicazione: 21/06/2013
Data di scadenza: 16/08/2013
Budget indicativo: 2.500.000,00 €

L’obiettivo del contratto è quello di lanciare la nuova generazione dell’Osservatorio Europeo dei Cluster che si occupi di promuovere lo sviluppo di cluster di importanza mondiale in Europa, in particolare con lo scopo di promuovere la competitività e l’imprenditorialità nelle industrie emergenti e di facilitare l’accesso delle PMI ai cluster e delle loro iniziative internazionali attraverso i cluster. Il compito primario dell’Osservatorio è di fornire analisi statistiche, strumenti di mappatura e consulenza per la progettazione di una politica dei cluster in Europa. Gli obiettivi specifici che si intendono raggiungere con l’Osservatorio Europeo dei Cluster di Seconda Generazione sono:

- Pubblicare una panoramica biennale dei cluster europei ( mappatura statistica dei cluster);

- Fornire un resoconto sull’andamento dei cluster europei;

- Fornire un’assistenza personalizzata alle regioni selezionate come modello dimostrativo;

- Promuovere e aumentare la consapevolezza del ruolo che i cluster e le politiche dei cluster possono giocare.
 

Le domande devono pervenire entro il 16 agosto 2013 tramite i seguenti mezzi:
 
( 1) A mano,  ( 2) Posta raccomandata o ( 3) Corriere espresso.
 
 
I dettagli sul bando, i moduli di partecipazione e le modalità di invio delle domande sono reperibili sul bando ufficiale (in lingua inglese) alla pagina seguente:
 
https://etendering.ted.europa.eu/document/document-file-download.html?docFileId=2766#

9° Bando - Iniziative sui Farmaci Innovativi

Data Pubblicazione: 9 Luglio 2013

Budget: 135 370 000 €

Data Scadenza: 09 Ottobre 2013, ore 17 (ora locale di Bruxelles)


L’azione congiunta sull’iniziativa dei farmaci innovativi (IMI JU) è un partenariato pubblico – privato paneuropeo fra la Commissione Europea e EFPIA (Federazione europea delle industrie e le organizzazioni farmaceutiche), che regolano la collaborazione fra gli stakeholder più importanti, inclusi le grandi e piccole aziende biofarmaceutiche, i regolatori, il mondo accademico e i pazienti.

L’obiettivo dell’IMI è di proporre un approccio coordinato per superare gli evidenti ostacoli alla ricerca nel processo di produzione dei farmaci e per accelerare la produzione di farmaci più sicuri ed efficaci,favorendo la collaborazione fra i vari stakeholder ( come le industrie, le autorità pubbliche, le associazioni per i pazienti, il mondo accademico, etc.) e migliorando la competitività dell’Europa.

I temi del 9° bando sono:

- WEBAE – Sfruttare le tecnologie emergenti per la farmacovigilanza

- Sviluppare interventi terapeutici innovativi contro la fragilità fisica e la sarcopenia (ITI- PF&S) come sintomi geriatrici prototipici.

Riguardo all’argomento “Affrontare la resistenza antimicrobica”: Nuovi Farmaci contro i Microbi “cattivi” (ND4BB)” i temi sono:

- ND4BB Tema 4: Guidare il reinvestimento nella Ricerca e Sviluppo e nell’Uso Responsabile degli antibiotici

- ND4BB Tema 5: Sviluppi clinici di agenti antibatterici contro i patogeni resistenti agli antibiotici Gram negativi

I consorzi che vogliono candidarsi possono presentare la propria manifestazione di interesse su uno dei suddetti argomenti.

La manifestazione di interesse deve illustrare tutti gli aspetti di un tema per il quale i consorzi si candidano.

La grandezza di ogni consorzio deve essere adattata ai traguardi scientifici e ai risultati attesi.

Durata dei progetti
: la data indicativa è compresa in un periodo tra i 3 e i 5 anni.

Per maggiori informazioni sul bando consultare la documentazione alla pagina:

http://ec.europa.eu/research/participants/portal/page/call_FP7?callIdentifier=IMI-CALL-2013-9&specificProgram=COOPERATION#wlp_call_FP7


Bando:Sostegno alle attività internazionali: informazione, formazione e assistenza per i programmi europei GNSS in Israele


Obiettivo Bando
: Sostegno alle attività relative alla visibilità dei programmi GNSS UE in Israele 

Scadenza Bando: 19/09/2013

Budget: 200.000 Euro

Numero indicativo di progetti: 1

GLi obiettivi principali di questo Bando sono:

- Di assicurare la visibilità alle attività di navigazione satellitare (GNSS) dell'UE in Israele;

- Il mantenimento di visibilità dei programmi GNSS Europei in Israele tramite l'attuazione di una strategia mediatica e di un Centro di informazione Galileo con un sito web dedicato; inoltre vi deve essere  scambio di conoscenze sul GNSS;

- Organizzare dei seminari congiunti per lo scambio di informazioni sui programmi GNSS Europei;

- Favorire l'incontro tra le imprese Europee che si occupano di GNSS e quelle Israeliane.

Criteri di elegibilità
: Possono essere organizzazioni pubbliche o private con sede nel paese/regione Israeliana o con sede nell'Unione Europea.

Per poter partecipare a questo bando si possono inviare le proposte di candidatura inviando una e-mail a: ENTR-CFP-13-7027-SAT@ec.europa.eu


Per maggiori informazioni: 


Bando: Sostegno alle attività internazionali: informazione, formazione e assistenza dei programmi GNSS UE in America Latina


Obiettivo Bando
: Sostegno alle attività relative alla visibilità dei programmi GNSS UE in America Latina 

Scadenza Bando: 19/09/2013

Budget: 150.000 Euro

Numero indicativo di progetti: 1

GLi obiettivi principali di questo Bando sono:

- Di assicurare la visibilità alle attività di navigazione satellitare (GNSS) dell'UE in America Latina;

- Il mantenimento di visibilità dei programmi GNSS Europei in Amercia Latina (Brasile,Argentina,Cile) tramite l'attuazione di una strategia mediatica e di un Centro di informazione Galileo con un sito web dedicato; inoltre vi deve essere  scambio di conoscenze sul GNSS;

- Organizzare dei seminari congiunti per lo scambio di informazioni sui programmi GNSS Europei;

- Favorire l'incontro tra le imprese Europee che si occupano di GNSS e quelle dell'America Latina (Brasile,Argentina,Cile).

Criteri di elegibilità
: Possono essere organizzazioni pubbliche o private con sede nel paese/regione dell'America Latina (Brasile,Cile,Argentina) o con sede nell'Unione Europea.

Per poter partecipare a questo bando si possono inviare le proposte di candidatura inviando una e-mail a: ENTR-CFP-13-7028-SAT@ec.europa.eu

Per maggiori informazioni:

http://ec.europa.eu/enterprise/newsroom/cf/itemdetail.cfm?item_id=6838&lang=en&title=84%2FG%2FENT%2FSAT%2F13%2F7028-%E2%80%94-Support-to-internat.-activities%3A-Information%2C-Training-and-Assistance-Centre-for-the-European-GNSS-programmes-in-Latin-America

Bando China IPR SME Helpdesk

Data di pubblicazione: 14 agosto 2013

Budget:
  1.200.000 €

Scadenza:
26 settembre 2013, ore 17:00 ( ora locale di Bruxelles)
 
Il bando mira a fornire servizi di supporto da parte del CHINA IPR SME help desk. Tale azione è finalizzata a offrire un supporto sulle questioni relative ai Diritti di proprietà intellettuale alle PMI europee che operano in Cina o sono coinvolte nelle sfide su tali diritti. Ciò permetterà di migliorare la propria competitività internazionale e di cogliere l’opportunità di collaborare con le aziende e i mercati cinesi. Il China IPR SME Help desk è uno strumento che, traendo vantaggi dalle precedenti esperienze in materia di IPR, innova di continuo i suoi metodi e mezzi di lavoro.

Il China IPR SME help deks è stato progettato per supportare le PMI europee in Cina e quelle che vorrebbero instaurare rapporti commerciali con la Cina.

Obiettivi generali del bando:

- Fornire alle PMI europee servizi di consulenza sulla protezione e l’applicazione dei diritti di proprietà intellettuale in Cina;

- Sviluppare e fornire gli strumenti per un supporto legale alle PMI europee;
- Fornire formatori e strumenti di formazione sull’applicazione dei diritti di proprietà intellettuale in Cina;

- Fornire alle aziende, associazioni industriali, camere di commercio e altre importanti associazioni in Cina e in Europa un rapporto sui recenti sviluppi dei Diritti di proprietà intellettuale e sul supporto disponibile alla loro applicazione;

- Fornire tutte le informazioni sulla protezione di tali diritti in Cina attraverso un portale web in diverse lingue, presentando situazioni tipiche in cui applicare tale protezione;

- Monitorare casi selezionati riguardo ai Diritti di proprietà intellettuale e seguire le politiche sulla Proprietà Intellettuale riguardanti le PMI in Cina;

- Partecipare a eventi di partenariato o  fiere su questioni relative ai Diritti di proprietà intellettuale;

- Fornire supporto primario per i contatti iniziali con le autorità locali.

La suddetta lista non è esaustiva. I potenziali beneficiari potranno fornire altre forme di supporto alle PMI, specialmente quelle più innovative.

La proposta presentata da parte del beneficiario deve contenere almeno le seguenti informazioni:

- Identificare i principali gruppi e settori industriali che saranno i potenziali utenti del suddetto help deks. E’ necessario includere una spiegazione delle analisi e delle priorità

- Identificare le sfide sui Diritti di proprietà intellettuale di interesse per le PMI europee in relazione alla Cina e identificare in quale tipo di relazioni economiche si possono verificare. La spiegazione deve contenere i principali tipi di diritti di proprietà intellettuale e i settori più interessati. E’ necessario includere una spiegazione delle analisi e delle priorità.

- Spiegare come il progetto potrebbe interessare, se necessario, le aree di Hong-Kong, Macau e Taiwan;

- Una descrizione dettagliata dei servizi offerti da tale help desk e una spiegazione di come saranno somministrati alle PMI europee;

- Una sezione che descriva come il progetto identificherà e raggiungerà nella specifico le PMI destinatarie dei servizi, l’impatto stimato e la sua misurazione. Tale sezione dovrà contenere inoltre un breve schema sul piano di marketing e comunicazione dell’Help deks, mostrando come le PMI potranno beneficiare dei suoi servizi.

- Una sezione che descriva le risorse e la struttura di gestione del progetto e come tale struttura porterà a termine gli obiettivi previsti.

- E’ necessario inoltre includere una descrizione sulle disposizione di valutazione dei rischi, piani di emergenza, monitoraggio delle prestazioni, misurazione della soddisfazione dell’utente e meccanismi appropriati sulla riservatezza.
 

La Commissione intende finanziare solo una proposta.
 

Per informazioni sul suddetto bando o per candidarsi è possibile consultare la pagina:

http://ec.europa.eu/research/participants/portal/page/call_CIP?callIdentifier=73-G-ENT-CIP-13-B-N02C02&specificProgram=EIP